Si chiama Umbrialand, è in programma dall’11 al 16 dicembre al Caos di Terni e «nasce per valorizzare giovani artisti provenienti da tutto il mondo promuovendo, allo stesso tempo, il territorio umbro». Il progetto, è stato spiegato venerdì, «oltre ad offrire una vetrina per i giovani partecipanti, vuole promuovere anche la conoscenza del mondo del cinema indipendente, con eventi in grado di coinvolgere il grande pubblico come rassegne, concorsi, scambi culturali, dibattiti, formazione aperti non solo agli esperti del settore».

«Originale»L’assessore alla cultura del Comune, Tiziana De Angelis, spiega che si tratta «di un festival veramente originale, perchè si divide in diversi comparti, dalla formazione alla promozione del territorio, all’informazione. Una kermesse che nasce dalla volontà di riportare il cinema a Terni, che è il frutto di oltre un anno di lavoro. Le iniziative si susseguiranno dalla mattina fino alla sera e si rivolgono al pubblico di tutte le età».

Gli eventi Il programma di questa edizione di Umbrialand, che riguarderà il mondo Indie, si concentrerà sulle tematiche giovanili viste dagli occhi dei giovani autori internazionali –Child in Time– e sul progetto Terre dell’Umbria, per la scoperta e valorizzazione del territorio umbro, con le sue eccellenze artistiche ed enogastronomiche, interpretate da giovani autori di tutto il mondo provenienti dall’ambito della scuola. Anche un concorso tra gli eventi, l’Indie Film Fest, competizione tra lungometraggi di cinema indipendente italiano e internazionale. I cinque film selezionati verranno proiettati con cadenza giornaliera e concorreranno all’assegnazione dei premi in palio. Inoltre, la Maratona Cartoon, per fare il punto sulla situazione del cinema di animazione con due laboratori a tema della Terni Cine Academy e il coinvolgimento degli istituti scolastici della Regione. Sabato 16, alle 18.15, una proiezione di cartoon aprirà la sessione pomeridiana della rassegna cinematografica e la maratona si concluderà con l’anteprima nazionale di Rudolph the Black Cat.

Le mostre Parallelamente al Festival sarà possibile ammirare due mostre a palazzo di Primavera, in via Giordano Bruno.
Senti chi parla, le 101 frasi più famose del cinema e chi le ha dette veramente… e Quattro sette sette, il racconto della strada che va da Norcia a Castelluccio, foto scattate dal paesaggista Francesco Di Loreto, aperte da giovedì 7 dicembre fino a domenica 17.

 VIa | UmbriaOn