Progetto

PREMESSA – CINEMA, INDUSTRIA, SOCIETA’, CULTURA

Il cinema è nato un secolo fa. Le prime proiezioni dei fratelli Lumière vennero accolte dagli spettatori con l’emozione di chi assiste a un evento del tutto nuovo e sorprendente, a metà strada fra la meraviglia tecnica e la magia.

Con l’immagine si è aperto un nuovo canale, lungo il quale scorrono una quantità di informazioni e di cultura a disposizione di tutti. Cinema, televisione e ormai il web hanno operato un’autentica rivoluzione sociale, una maggiore consapevolezza generale in ogni campo.

Il Cinema racconta e rappresenta un viaggio nel tempo, nella memoria, nella Società, oppure immagina il futuro; è un universo variegato e affascinante, dove si mischiano temi legati al Costume, alla Storia, allo Spettacolo e alla Cultura, ma è anche attività imprenditoriale, in ogni sua fase: dalle professioni che lo creano e lo realizzano alla distribuzione, dalle sale cinematografiche che lo proiettano ai broadcast che lo trasmettono nei loro canali televisivi fino alle nuove piattaforme come Netflix e agli aggregatori come Google e Facebook.

La città di Terni si presenta come un protagonista importante nella cinematografia nazionale e internazionale:

  • con il Centro Multimediale che ha ospitato il laboratorio e lo studio del più grande ideatore e artista italiano di effetti speciali al mondo, Carlo Rambaldi;
  • con gli Studios cinematografici di Papigno, dove Roberto Benigni ha girato le scene del film vincitore del Premio Oscar “La vita è bella” e di “Pinocchio”.

Talmente protagonista da dover ospitare un intero corso di laurea che ha formato, nel tempo, un cospicuo numero di professionalità nei mestieri del cinema.

La città di Terni, con questi presupposti ha l’ambizione di rappresentare, con un festival internazionale, il cinema indipendente, mettendo a confronto la cultura Italiana con quella europea e internazionale, fino a diventare, nel tempo, un punto di eccellenza culturale e di scambio artistico tra gli operatori del settore, sul modello Austin.

OBIETTIVI

Umbrialand è un progetto appassionato e ambizioso che tende a dare visibilità a giovani artisti provenienti da tutto il mondo, cercando, allo stesso tempo, di promuovere il territorio della regione Umbria.

La nostra idea è quella di non fermarci alla passarella mediatica, ma di offrire una vera e propria opportunità ai partecipanti, realizzando, con la prima edizione di Umbrialand, un evento in grado di gettare, tra l’altro, uno sguardo trasversale sul ricco fenomeno produttivo del cinema indipendente.

Umbrialand non sarà riservato solo a operatori del settore o a professionisti del mercato, ma coinvolgerà il pubblico con eventi, rassegne, scambi culturali; sarà anche dibattito, formazione, possibilità di crescita economica, sviluppo.

A questo scopo, ipotizziamo il coinvolgimento delle istituzioni (MiBACT – Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo, MISE, Comune di Terni, Regione Umbria, CCIAA…), delle associazioni di categoria (Turismo, Cultura, ma anche Commercio, Artigianato e Industria), di sponsor privati.

Puntiamo a offrire visibilità e opportunità lavorative alla città, sia attraverso un’occupazione diretta all’interno della macchina organizzativa, sia promuovendo gli spazi adibiti al cinema di cui l’Umbria è dotata.

La promozione di detti spazi, ex CMM, Studios Papigno, Location naturali, rappresenterà un ulteriore volano di sviluppo economico, imprenditoriale e occupazionale grazie all’attrazione di investimenti.

Focus

Umbrialand, in questa prima edizione, ospiterà il mondo Indie; all’interno della rassegna è previsto lo sviluppo e la promozione di tre tematiche importanti:

  1. le tematiche giovanili, viste dagli occhi dei giovani autori internazionali (Child in Time);
  2. il progetto Terre dell’Umbria, dedicato alla scoperta e alla valorizzazione del territorio umbro, con le sue location prestigiose, la sua cultura artistica ed enogastronomica, anche queste viste con gli occhi di giovani autori di tutto il mondo provenienti dal mondo della scuola;
  3. Indie Film Fest: Concorso lungometraggi di cinema indipendente italiano e internazionale. I cinque film selezionati verranno proiettati con cadenza giornaliera e concorreranno all’assegnazione dei premi previsti dal regolamento.
  4. Maratona Cartoon, quest’anno il Festival fa il punto sulla situazione del cinema di animazione con due laboratori della Terni Cine Academy sul tema e il coinvolgimento fattivo degli istituti scolastici della Regione. Una proiezione quotidiana di cartoon aprirà la sessione pomeridiana del Festival, Sabato 16 alle ore 18,15 la Maratona si chiuderà con l’anteprima nazionale di Rudolph the Black Cat.

Una rete di categorie artigianali eccellenti del settore dell’audiovisivo sarà protagonista del Terni Cine Academy, una kermesse fatta di appuntamenti, workshop e formazione continua in collaborazione con Fidac e Sindacati di categoria.

Il mondo Indie

Un video indipendente, o indie, è un’opera prodotta senza l’intervento di una grande casa di produzione. Può anche essere autoprodotto dal regista o coprodotto da privati, da alcuni degli attori o da istituzioni locali (Film Commission). Le caratteristiche principali di queste opere sono il basso costo e la completa libertà espressiva lasciata al regista.

Solitamente i grandi studi di produzione preferiscono evitare opere sperimentali per concentrarsi su progetti più sicuri e remunerativi. Purtroppo, sempre più di frequente, il panorama indie si rispecchia ormai nel cinema d’autore o nella sperimentazione di nuovi linguaggi.

Con la nuova legge cinema si prevede per queste opere l’auto distribuzione con il sostegno del Mibact.

Web series

Oggi più che mai internet è il luogo privilegiato della sperimentazione in cui prendono vita contenuti innovativi e di qualità, un terreno fertile e “democratico” che i creativi hanno preso d’assalto sfruttandone le incredibili potenzialità.

È una vetrina permanente dei giovani talenti e delle produzioni indipendenti.

Il termine web series indica una serie di episodi di fiction realizzati per essere fruiti attraverso il Web (la cosiddetta Web television), oppure sui display dei dispositivi mobili.

Cortometraggi, spot, video di campagne griffate, ma anche piccoli capolavori firmati da registi indipendenti, web series e fashion film invadono la rete a ritmi sempre più rapidi affermandosi come nuova formula comunicativa.

Nel 2008 è stato istituito l’International Academy of Web Television (IAWTV), che premia con gli Streamy Awards (chiamati anche “Streamys”) quelle serie che si sono distinte nel campo della Web TV o dell’intrattenimento digitale.

Il Los Angeles Web Series Festival (LAWeb Festival) è il primo evento al mondo dedicato alla produzione delle webseries.

Tra le webseries italiane si possono ricordare Freaks!, Lost in Google e The Pills.